La Regione Siciliana affida 4 Geositi al Cutgana

Lun25Settembre

Sono ben quattro i Geositi che la Regione Siciliana ha affidato in gestione al centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania. Il decreto dell’assessorato regionale Territorio e Ambiente (numero 283 del 29 agosto scorso che abroga il precedente del 2015) istituisce, infatti, i “Geositi ricadenti in aree di riserva naturale per motivi geologici” e affida la gestione dei Geositi (sulla base della legge regionale 25 del 2012 e del decreto assessoriale 87 del 2012) agli enti gestori delle riserve naturali.

In particolar modo al Cutgana sono stati affidati i geositi “Complesso delle Grotte da scorrimento lavico Immacolatelle-Micio Conti” di San Gregorio, “Grotta Palombara” di Melilli, “Complesso speleologico Villasmundo-S. Alfio-Grotta di Villasmundo” di Melilli e “Grotta Monello” di Siracusa.

Nella provincia di Catania è stato istituito il geosito “Complesso delle Grotte da scorrimento lavico Immacolatelle-Micio Conti” di San Gregorio ricadente nella riserva naturale integrale “Complesso Immacolatelle e Micio Conti” per il particolare interesse vulcanologico di grado nazionale.

Nella provincia di Siracusa i Geositi sono stati istituiti per il particolare interesse speleologo di grado regionale: “Grotta Palombara” di Melilli nella riserva naturale integrale “Grotta Palombara”; “Complesso speleologico Villasmundo-S. Alfio-Grotta di Villasmundo” di Melilli nella riserva naturale integrale “Complesso speleologico Villasmundo-S.Alfio”; “Grotta Monello” di Siracusa nella riserva naturale integrale “Grotta Monello”.

Alfio Russo, Cutgana-Università di Catania