Isola Bella, al via la campagna #MicroplasticRisk#

Ven07Giugno

TAORMINA. Ha preso il via la campagna #MicroplasticRisk# contro l'abbandono delle plastiche sulle spiagge, per promuovere il corretto smaltimento e per sensibilizzare i giovani sui gravi effetti che l’ingestione di microplastiche determina sull’uomo e sulla sua salute.

Protagonisti della campagna – promossa dal centro di ricerca Cutgana dell’Università di Catania nell’ambito del progetto “Pianeta&Salute”, quest’ultimo diretto dalla prof.ssa Margherita Ferrante e coordinato dalla dott.ssa Natalia Leonardi – gli oltre 100 studenti dell’Istituto comprensivo “Parini” di Catania in visita alla Riserva naturale orientata “Isola Bella”.

Nell’area protetta gestita dal Cutgana, gli studenti – accompagnati dagli esperti Fausto Ronsisvalle e Sergio Aleo del centro di ricerca – hanno ammirato le caratteristiche naturalistiche e paesaggistiche della riserva naturale e appreso le azioni di tutela e salvaguardia della biodiversità presente in riserva oltre alle buone pratiche gestionali.

Successivamente la dott.ssa Leonardi, insieme con il direttore dell’area protetta, Anna Abramo, ha spiegato l'importanza della corretta gestione dei rifiuti di plastica e del pericolo per l'Uomo del loro ingresso nella catena alimentare. I partecipanti, infine, sono stati coinvolti nella raccolta di materiale plastico presente sull'arenile della zona B dell’area protetta.

“La campagna di sensibilizzazione #Microplastic Risk# è un’importante occasione per far riflettere i cittadini sul grave problema delle plastiche che purtroppo affligge il nostro pianeta e per invogliarli ad affrontare delle scelte corrette e consapevoli – ha spiegato la dott.ssa Leonardi -. Nei prossimi giorni saranno organizzati altri momenti di promozione della campagna estiva di sensibilizzazione anche in altre riserve e aree marine protette”.

Soddisfazione è stata espressa anche dalla direttrice Anna Abramo: “Preservare la biodiversità ecologica e la vitalità del mare e far sì che l'ambiente costiero e marino sia utilizzato in modo sostenibile salvaguardandone le potenzialità per gli usi e le attività delle generazioni presenti e future è uno dei principali obiettivi delle nostre pratiche di buona gestione della riserva”.

“Già da anni applichiamo il protocollo comunitario Marine Strategy, raccogliendo e monitorando il beach litter – ha aggiunto la dott.ssa Abramo -. Campagne di sensibilizzazione come questa non possono che rafforzare il percorso già intrapreso, reso oggi più efficace dalla recente ordinanza del sindaco di Taormina, prof. Mario Bolognari, che con sensibilità ha aderito all'impegno mondiale per salvare il Pianeta dalla plastica. L'auspicio come direttrice della riserva è che questo sito, tra gli attrattori turistici più conosciuti al mondo della nostra splendida Regione, possa raggiungere presto, con la sinergica collaborazione degli operatori economici, dei fruitori e di tutti gli stakeholder del territorio, l'importante obbiettivo prefisso”.

Alfio Russo – Università di Catania

Hanno scritto

Isola Bella, al via la campagna #MicroplasticRisk# - SICILIA REPORT

#MicroplasticRisk#, al via dall'Isola Bella la campagna del Cutgana - SIKILY NEWS

TAORMINA. Isola Bella, al via la campagna #MicroplasticRisk# - JONICA REPORTER

Parte dall’Isola Bella la battaglia degli allievi della “Parini” contro l’abbandono delle plastiche sulle spiagge - CATANIA REPORT